Maradona allenatore non convince

Foto Getty Images/Cameron Spencer
06 marzo alle 13:18

Diego Armando Maradona non ha ancora convinto nel suo ruolo da allenatore. L'ultima notizia è quella che vorrebbe il presidente del Montpellier, Louis Nicollin, vicino all'ingaggio dell'ex Pibe de oro. Mediaticamente, andrebbe a competere con Zlatan Ibrahimovic, David Beckham e altri. Sportivamente, però, è lecito dubitare sulle sue capacità da allenatore, nonostante si stia parlando di uno dei più grandi giocatori della storia (o il più grande)?

Durante la sua sospensione per essere risultato positivo alla cocaina durante la Coppa del Mondo 1994, Maradona aveva iniziato a studiare da allenatore, prendendo poi in mano il destino del Deportivo Mandiyu e del Racing, con risultati decisamente mediocri: 3 vittorie in 23 gare. Da lì, si è atteso molto per rivedere Diego su una panchina di calcio.

Nel 2008, in vista della Coppa del Mondo 2010, la federcalcio argentina tenta di dare in mano l'Albiceleste al Pibe de Oro. Sulla carta, l'associazione e il passaggio di testimone tra Maradona e Lionel Messi sembrava una formula vincente. Sul terreno di gioco, invece, si è rivelato un clamoroso insuccesso. Sotto la gestione Maradona, infatti, la stella del Barcellona non è mai riuscita ad imporsi. Nelle qualificazioni mondiali l'Argentina soffre, perdendo addirittura 6-1 contro la Bolivia (la più larga sconfitta nella storia della nazionale). Ma la qualificazione ai Mondiali arriva. In Sudafrica, però, dopo aver eliminato Corea del Sud, Grecia e Nigeria nel girone e il Messico agli ottavi, la corsa si ferma ai quarti, con un pesante 0-4 contro la Germania. E la conferma da ct che non arriva.

Dieci mesi dopo, nel maggio del 2011, Maradona torna su una panchina negli Emirati Arabi, all'Al-Wasl. Il club di Dubai, sette volte campione nazionale, decide di privarsi di Maradona un anno dopo la sua nomina, dopo 19 vittorie e 18 sconfitte in 43 gare, rimpiazzandolo con Bruno Metsu. Nei mesi successivi, si parla di Napoli, Argentinos Juniors, Montpellier, Siviglia e Sion. Ma un Diego Armando Maradona allenatore, alla luce di questi pessimi risultati, ha ancora senso?


Luca Talotta

Commenta

Grazie per averci inviato il tuo commento. E' stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.