Giacomo Bonaventura, 24 anni il prossimo 22 agosto, è uno dei centrocampisti italiani più interessanti del momento. Reduce da tre stagioni importanti con la maglia dell’Atalanta, Jack ha suscitato l’interesse di molti club di serie A tra cui il Napoli. La redazione di IamNaples.it ha intervistato in esclusiva Giocondo Martorelli, procuratore del ragazzo:

Signor Martorelli, pochi giorni fa Bonaventura è stato avvistato ad Anacapri. Era qui per vacanza o per questioni di mercato?

Parlare di mercato, adesso, è assolutamente prematuro. Prima di operare molte squadre dovranno innanzitutto assegnare le proprie panchine. Anche il Napoli, in questo momento, ha la priorità di scegliere il sostituto di Mazzarri.

A Napoli si parla sempre con insistenza dell’approdo di Benitez. Lei crede che Jack possa rientrare nel 4-2-3-1 del tecnico spagnolo?

Giacomo è un ragazzo che è maturato molto negli ultimi tre anni. Con la maglia dell’Atalanta è stato protagonista della scalata dalla B alla A e di due stagioni di alto livello nella serie maggiore. È un centrocampista molto versatile in grado di giocare da interno, da mezz’ala ma può far bene anche alle spalle della punta. Il ragazzo ha anche una discreta confidenza con il goal ed è cresciuto molto tatticamente, fisicamente e caratterialmente. Da questo punto di vista non ci sarebbero problemi; se dovesse sedere Benitez sulla panchina del Napoli chiederà delle garanzie tecniche, e dubito che possa conoscere Bonaventura. Il mio assistito, però, è molto stimato da Bigon e Micheli che lo seguono assiduamente da più di un anno.

Martorelli per chiudere: Bonaventura sarebbe pronto a reggere la pressione di una piazza come Napoli ed a giocare la Champions?

Assolutamente. Giacomo non ha ancora 24 anni ma ha alle spalle due stagioni di seria A con la maglia dell’Atalanta. È un ragazzo maturo e pronto ai grandi palcoscenici, lo dimostra il fatto che Prandelli lo abbia inserito nella lista dei 31 pre-convocati per la Confederations Cup.