"Quella della Roma è stata una scelta fatta senza presunzione ma ora voglio sempre vincere e con l'aiuto di Dio ci riuscirò". Alisson, intervistato da Roma Tv, parla della sua prima stagione in giallorosso e dei suoi modelli. "Sono due portieri ai quali mi sono sempre ispirato. Il primo è Taffarel, un idolo della mia generazione. Oggi ho la fortuna di lavorarci insieme, è anche un amico, ha un cuore enorme. È stato un professionista esemplare, un grande portiere e oggi è un ottimo preparatore per la Seleçao. L'altro idolo è Buffon, che oggi è un mio rivale ma mi sono sempre ispirato a lui, ho ammirazione per lui. Il suo modo di lavorare mi ha sempre colpito per quello che fa in campo. Roma è molto simile culturalmente al Brasile, il cibo è tutta un'altra cosa, così mi dice la ragazza che lavora per me. Anche grazie a lei, mi sento più a casa, sento meno la mancanza della mia patria, ci sono cose che faccio solo quando sono in Brasile. Mi manca il churrasco, i barbecue con gli amici".