La Juventus paga un caro prezzo agli impegni con le rispettive nazionali dei propri calciatori e, in vista del prossimo ciclo di partite che vedrà nell'ordine i bianconeri opposti a Lazio, Sporting Lisbona, Udinese, Spal, Milan, ancora Sporting e Benevento, non giungono buone notizie a proposito delle condizioni di Andrea Barzagli e soprattutto Mario Mandzukic. Il centrale della Nazionale si è fermato precauzionalmente dopo il primo tempo della sfida con la Macedonia per un affaticamento muscolare che andrà valutato con gli esami di rito delle prossime ore e gestito anche alla luce dell'età non proprio verdissima del calciatore.

Destano molta più preoccupazione le parole di Cacic, commissario tecnico della Croazia, a proposito di Mandzukic che, dopo aver sbloccato la partita con la Finlandia ed essere diventato il secondo miglior marcatore della sua nazionale dietro a Suker, ha accusato un problema alla caviglia che lo ha costretto ad abbandonare il campo visibilmente sofferente: "Mario ha una sopportazione del dolore molto alta, se è uscito in quel modo credo che si tratti di un problema abbastanza serio. La paura è quella di perderlo per tanto tempo, per noi sarebbe un grande danno", il commento di Cacic. L'unica consolazione per Allegri arriva così dal progressivo recupero di Pjanic e Khedira, che dovrebbero essere pronti per la Lazio, mentre ci vorrà ancora del tempo per De Sciglio, Howedes e Marchisio.