Dopo la vittoria per 3-0 contro la Sampdoria, Massimiliano Allegri ha così parlato a Premium Sport della prova della sua Juve: “Douglas ingresso decisivo? Dobbiamo ringraziare Pjanic che si è fatto male perché magari in quel momento non avrei cambiato. Douglas e Higuain erano due giocatori che volevo mettere per cambiare la gara. Ho scelto il brasiliano per allargare la Samp.

SCUDETTO - "Allungo decisivo per lo Scudetto? Assolutamente no. Era importante vincere dopo Madrid e i ragazzi sono sati bravi perché non era facile dopo una gara dispendiosa come quella col Real. Dovevamo essere attenti e giocare una partita intelligente: abbiamo aspettato il momento giusto e siamo stati bravi. Juve più abituata rispetto al Napoli a stare in alto? Il Napoli sta facendo un grande campionato ed è ancora in corsa. Noi dobbiamo pensare a mercoledì, affronteremo una squadra che si sta giocando la salvezza e poi avremo lo scontro diretto: le prossime due sfide saranno quasi decisive per lo Scudetto ma bisogna avere pazienza".

HOWEDES - "Il gol di Howedes? Era un match difficile e lui stava bene. Ha avuto un’annata nefasta perchè è stato fuori a lungo. Ma credevo che questa fosse la gara giusta per lui. Howedes ha dimostrato di essere un giocatore importante, è stato il titolare della Germania Campione del Mondo. Sono contento per il suo gol, se lo meritava perché è un grande professionista e un ragazzo serio".

FUTURO - "Forse sono state travisate le mie parole. Ho solo detto che come sempre mi incontrerò con la società per programmare il futuro: ho un contratto fino al 2020 e c’è totale sintonia con la società. Quando finisce il campionato vado in vacanza e non penso neanche al mercato. A quello ci pensa la società. Poi nel calcio bisogna fare un passo alla volta, magari non vinciamo niente e a qualcuno potrebbero nascere dei dubbi”.