L’umore dei mercanti in fiera dipende dagli affari. Quando non si concludono, cresce il disappunto. Così, alla Juve non sanno più cosa pensare di Amauri , che dice sempre no, che tentenna, che si fa sfuggire occasione su occasione. Così, lui che è comunque garantito da un contratto pesante (3,8 milioni a stagione) sino a giugno si è giocato anche il Genoa. Il 24 sembrava tutto fatto ma l’attaccante di Carapicuiba si è preso qualche giorno per pensarci su e così Enrico Preziosi ha virato sull’altro obiettivo, accordandosi con Alberto Gilardino . Quindi, niente Genoa, pista chiusa. E si riapre quella che porta alla Fiorentina. L’incastro è ovvio: serve un centravanti che sostituisca il Gila e il Parma non vuole cedere Sergio Floccari . L’ipotesi Amauri ci sta: stimolato, è uno che può cambiare il corso della stagione di una squadra, come dimostrato a Parma in cinque mesi (7 gol valsi la salvezza degli emiliani). A meno che appunto non voglia restare con la Primavera bianconera sino alla scadenza del contratto (a Torino è fuori progetto - fuori rosa... - dall’estate, subito dopo il ritiro di Bardonecchia).