Il suo nome per i tifosi del Genoa è legato soprattutto a quel gol contro la Juventus nel 2014. Una rete che garantì al Grifone una vittoria prestigiosa, che domenica è stata replicata proprio sotto gli occhi attenti di Luca Antonini: “E' stato un gran bel Genoa – dichiara ai nostri microfoni - Due anni fa fu una gara chiusa con pochissime occasioni. Domenica invece oltre ai tre gol ha avuto diverse altre occasioni per andare in rete. Molte più della Juventus. E' stato un Genoa cattivo, attento e cinico che ha lasciato poco spazio agli avversari in fase difensiva”.

 

Una settimana fa la decisione di appendere le scarpette al chiodo e di provare con la carriera tecnica nelle giovanili del Prato. Nel frattempo Antonini non perde di vista i suoi vecchi amori calcistici, cominciando proprio dal Genoa, di cui stima un giocatore in particolare: “A me Izzo fa impazzire – rivela - E' un giocatore di qualità e quantità eccezionale. Merita davvero di andare in palcoscenici importanti. Non che il Genoa non lo sia, però credo veramente che Armando abbia tutte le carte in regola per poter fare bella figura anche in Champions League e in Nazionale”.

 

Tra le squadre che nelle scorse settimane si sono interessate ad Izzo c'è stato anche il Milan, l'altra squadra che ha segnato il destino calcistico di Antonini: “Lo vedrei molto bene in rossonero – afferma l'ex esterno – sono convinto che in coppia con Romagnoli farebbe le fortune future del club di Montella e anche quelle della Nazionale”.

 

A proposito di Milan, cosa pensa di questa annosa trattativa sul passaggio di proprietà da Berlusconi ai cinesi? “Staremo a vedere – ragiona Antonini – il presidente ha detto che la chiusura avverrà entro un mese e io gli credo. Se così non dovesse essere rimarrà Berlusconi e credo che farà ciò che da un po' ha in testa: una squadra di italiani e di giovani. Sarebbe un bene per tutto il panorama calcistico nazionale”.

 

Nel frattempo Montella è riuscito a farsi valere anche con una squadra non troppo eccelsa: “Un po' come tutti – sostiene ancora Antonini - devo dire di essere abbastanza sorpreso dalla stagione del Milan. All'inizio non partiva sicuramente tra le favorite per le prime posizioni. Però sta dimostrando di essere una gran bella squadra che nei momenti di difficoltà riesce a tenere botta e a reagire con grande cinismo. Sono una squadra giovane ma con grandi valori. Gran merito a Montella che ha plasmato il gruppo a sua immagine e somiglianza”.

 

Gennaio si avvicina e con esso la riapertura del mercato. Quali consigli per gli acquisti darebbe alle sue ex squadre? “Il Milan ora come ora è meglio che rimanga così com'è, visto che sta facendo alla grande. Forse servirebbe un terzino sinistro di ruolo e un altro giocatore in mezzo al campo. Al Genoa consiglio invece soprattutto di non fare cessioni a gennaio perchè sarebbe un gran peccato rovinare una squadra così ben messa. Se poi giocano sempre come contro la Juve non ci sarà bisogno di alcun acquisto”.