Il mister dell’Atalanta Gian Piero Gasperini, alla vigilia della partita contro il Benevento, non dà nulla per scontato: “Non conosco partite scontate, ogni tanto vengono fuori queste affermazioni ma ogni domenica è equilibrata e il Benevento sta facendo bene affrontando con aggressività le partite. Noi dobbiamo vincere le partite perché solo coi pareggi non vai avanti, noi cerchiamo di vincere anche quando andiamo sugli altri campi, noi abbiamo bisogno di vincere delle partite e domani la proveremo a vincere ma non sarà scontata”.

INDISPONIBILI- “Purtroppo siamo arrivati in un momento in cui con due settimane di partite infrasettimanali abbiamo avuto alcuni infortuni da scontare: Ilicic, Spinazzola, Palomino, apparentemente non sono infortuni così lunghi, ma con così tante partite ravvicinate ne perdono tante. Anche Gollini non sta bene, ma noi non ci attacchiamo a queste cose, dobbiamo stringere i denti di più e sopperire a qualche assenza che ci è capitata nel momento di maggior frequenze delle partite. Con l’Inter il nostro primo tempo ha avuto un grande valore e la prestazione l’abbiamo fatta, ci sono tutte le chance perché i risultati di tutte sono ni grande equilibrio. Ho fatto una tabella per le prossime partite, ma non è mai facile rispettarla".

ATTACCO- “Petagna è tornato: a centrocampo andiamo avanti così forti della nostra squadra, i giocatori stanno bene fisicamente, Cristante dà tutto, sono contento di Barrow, è stato determinante sia dall’inizio che a partita in corso, adesso vedremo chi giocherà, in attacco ora ho soluzioni alternative e sono più fiducioso. C’è fatica nei finali di gara da parte di tutti. Con Cornelius però ci aspettavamo di più dal suo ingresso”.

BENEVENTO- “Squadra insidiosa perché fa sempre dei gol, anche alla Juve, e nonostante la classifica che ha gioca bene a calcio, è propositiva, ha cambiato molti giocatori, a viso aperto aumentato in rischi”.

CALENDARIO- “Difficile dire chi ha il calendario più facile sulla carta, le partite sono in bilico, un po’ strane, imprevedibili, puoi trovare una squadra che sta molto bene e ti mette in difficoltà anche se non ha più obiettivi, anche con la Spal abbiamo fatto un’ottima gara ma abbiamo raccolto poco, perdendo punti, queste tre partite ci hanno tolto il vantaggio che avevamo ma ora dobbiamo ripartire”.