Berisha 6.5: inappuntabile, ancora una volta si conferma un estremo difensore di fascia alta. Nulla può sul gol di Mertens

Toloi 6: qualche chiusura in ritardo, ma esce benissimo dal confronto con lo spento Zielinski

Caldara 6: in avvio stenta in qualche impostazione, poi sale di qualità nella giocata ed anche prestazione di centrale difensivo

Palomino 5.5: Gasp lo recupera e si affida a lui per arginare la destra del Napoli, ma è l'uomo che sulle giocate di Ounas va più spesso in difficoltà

Castagne 7: se crede ancor di più nei suoi mezzi, diventa un calciatore da seguire con grande attenzione per qualità e senso tattico. Oltre al gol performance di livello che merita di esser attenzionata da Gasperini

de Roon 6: infaticabile della mediana, si fa fatica a contare i palloni che ha recuperato

Freuler 6.5: qualità eccellente nel passaggio e nell'uno contro uno. Va di serpentina in alcune circostanze creando superiorità e dimostrando di esser ormai prossimo allo step per approdare in una big

Gosens 6.5: gara sufficiente, pensa più spesso a coprire che ad offendere. Bravo, però, nell'assist a Gomez

Cristante 5: si accende a tratti, la posizione di trequartista non lo esalta e si vede ed è infatti il primo cambio del Gasp (dal 74' Ilicic sv)

Cornelius 6: grezzo, forse troppo per certi palcoscenici. A suo modo, però, sa essere efficace, anche maldestramente come in occasione del gol del vantaggio orobico (dall'82' Petagna sv

Gomez 7.5: va a corrente alternata, ma è determinante, come spesso gli accade, in occasione del vantaggio e nel chiudere la gara con una fiammata che brucia Chiriches (dall'89' Haas sv)

All. Gasperini 7: crede al passaggio del turno e schiera 8/11 di formazione titolare, con il primo cambio al 74'. La differenza di priorità ha fatto il resto e si prende una storica semifinale di Coppa