Nella scorsa sessione di mercato, uno dei colpi più importanti è stato il passaggio di James Rodriguez dal Real Madrid al Bayern Monaco. Doveva essere l'anno della rivincita per il colombiano ma per il momento così non è stato, anzi la sua avventura in Baviera sembra già essere giunta ai titoli di coda. 

L'ARRIVO IN GERMANIA - L'operazione James, al club tedesco, è costata 13 milioni di euro per il prestito biennale, con possibilità di riscattare l'intero cartellino nel giugno 2019. Il suo arrivo è stato molto apprezzato dai tifosi bavaresi, ma in modo particolare è stato voluto dall'ex allenatore Carlo Ancelotti, esonerato qualche settimana fa, che lo aveva allenato già ai tempi del Real Madrid. Nel corso di questa stagione ha totalizzato solo 5 presenze, tra Bundesliga e Champions League, segnando una rete. 

ORMAI SOLO - Il fantasista colombiano, con l'addio di Ancelotti, è ormai isolato sia dai compagni che dall'attuale allenatore, Heynckes, che darà molto più spazio a Muller relegando James in panchina. Heynckes, in una recente conferenza ha confermato che il colombiano ha alcune problematiche da risolvere. Non si sarebbe inserito bene.

OPPORTUNITA' A GENNAIO - Il problema di ambientamento in Germania esiste. Per questo motivo e perché James vuole giocare con continuità per arrivare in forma al Mondiale con la sua Colombia, vuole lasciare il Bayern. Nel mercato di gennaio si è vociferato che potrebbe tornare al Real Madrid, proprietario del cartellino, ma non sarebbe la soluzione ottimale per il giocatore perchè ritroverebbe la stessa concorrenza e Zidane, motivi per cui ha lasciato la Spagna. Milan e Inter monitorano la situazione sottotraccia, entrambi i club milanesi hanno sempre mostrato interesse per il classe '91 e se ci fosse una concreta possibilità di acquistarlo ci troveremmo davanti ad un ennesimo derby di mercato.