"I rapporti con l'Inter sono ottimi". Ci tiene a sottolinearlo spesso Giovanni Carnevali, a.d. del Sassuolo che ha un peso importante nel suo club. Perché tra tante voci e rumors, le relazioni tra le due società sono davvero molto buone. E presto si potrà tornare al tavolo, in vista di gennaio ma soprattutto della prossima estate. Il ds Ausilio insieme al collega Angelozzi sono spesso in contatti, i nomi sono tanti e le opportunità da discutere non si fermano a Domenico Berardi, di sicuro uno dei grandi obiettivi nerazzurri già dello scorso luglio e che tornerà di moda, il direttore sportivo dell'Inter non ha mai nascosto la sua ammirazione. 

(ENGLISH VERSION)

TANTI NOMI SUL TAVOLO - Possono essere diverse le opportunità da valutare tra i due club. L'Inter a giugno scorso ha fatto un pensiero anche ad Alfred Duncan, esploso a Sassuolo un anno fa e cresciuto nel settore giovanile nerazzurro. Ma il club neroverde non ha voluto privarsene: può tornare di moda, lo seguono in tanti. Va aggiunto il profilo di Acerbi, rincorso da Ausilio in uno scambio con Ranocchia che non è mai decollato per via degli ingaggi differenti. Dovesse cambiare proprio la posizione del difensore nerazzurro sullo stipendio, non va escluso come occasione per la prossima stagione. Ma il Sassuolo vuole un conguaglio importante. Così come non fa sconti su Mazzitelli, altro giovane di proprietà neroverde che l'Inter apprezza tanto.

BERARDI E I GIOIELLI DELL'INTER - Di sicuro, tra le chiacchierate Ausilio richiederà informazioni su Berardi per l'anno che verrà. Pallino del ds e profilo apprezzato da Suning, è uno dei grandi obiettivi ma anche più complessi, vista la concorrenza decisa della Juventus. Sarà importante anche il volere del ragazzo. L'Inter ha proposto Eder al Sassuolo come idea, non decollata. Le preferenze del club di Squinzi sono sempre sui giovani, preferibilmente italiani ma non solo. Ecco perché giocatori come il promettente centrocampista nerazzurro Loris Zonta o la punta albanese Rej Manaj possono rientrare nei dialoghi, più del baby Dimarco che il Sassuolo gradirebbe ma l'Inter ad oggi ritiene pedina da non perdere a titolo definitivo. Discorsi a lungo termine da affrontare insieme. Inter e Sassuolo si parleranno, ancora. E non solo per Berardi.