“Se giochiamo sempre in questo modo, possiamo divertirci”: con questo pensiero sono andati a letto tutti i tifosi del Bologna e gli addetti ai lavori dopo aver visto la prestazione messa in campo dalla squadra ieri sera contro l’Inter. Un Bologna attento, preciso e pericoloso ha schiacciato la compagine nerazzurra e il punto ottenuto al termine della sfida lascia l’amaro in bocca perché potevano tranquillamente essere tre.

Partendo dalla gara contro il Napoli, passando per la trasferta di Firenze e terminando con la gara di ieri sera al Dall’Ara il Bologna ha dimostrato una crescita continua giocando alla pari contro formazioni di alto livello e che lottano per obiettivi più importanti di quelli dei rossoblù. E’ scattato qualcosa all’interno della squadra, chiunque giochi mostra un bel gioco e questo fa sì che la gente abbia voglia di tornare allo stadio.

Era da tanto infatti che non assistevamo ad una partita quasi perfetta, giocata con cuore, grinta e polmoni: tutti coloro che sono scesi in campo hanno dato il massimo, in particolar modo giocatori meno utilizzati come Donsah e Petkovic. Giocatori nei quali si è creduto troppo poco o vere e proprie rivelazioni? Sta di fatto che ieri hanno fatto brillare gli occhi ai presenti, così come Verdi autore di una straordinaria rete davanti al Ct Ventura.

Bisogna continuare in questo modo, soprattutto ora che nel calendario si affrontano squadre del proprio livello, per ottenere quelle soddisfazioni capaci di ridare l’entusiasmo che serve a questo ambiente. Non si può recriminare nulla ieri sera a Donadoni e alla sua squadra, un passo alla volta la speranza è quella di fare un campionato diverso rispetto alla passata stagione. E i presupposti ci sono tutti…