Due amichevoli contro avversari di basso livello ma due partite che hanno di fatto regalato ai mille tifosi presenti a Castelrotto (Bz) la bellezza di 26 goal fatti in solo due giorni. A quattro giorni dall’inizio della preparazione estiva, il Bologna ha battuto 9-1 la Rappresentativa Sciliar e 17-0 la Virtus Acquaviva San Marino dando segnali di buon gioco ma soprattutto di un atteggiamento gagliardo fondamentale per ricaricare le pile in vista dell’inizio del campionato.

Protagonista del week end niente di meno che il numero 10 rossoblù Mattia Destro, autore di sette reti, del quale ha colpito soprattutto la migliorata condizione fisica e il feeling ritrovato con una tifoseria che l’ha incitato numerose volte nel corso dei match e fuori dal campo. L’atteggiamento dell’attaccante (ed in generale di tutta la squadra) è apparso positivo agli occhi di tutti, il gruppo si allena divertendosi e anche lo stesso allenatore Roberto Donadoni appare molto più sorridente rispetto ai mesi passati.

Certamente non basta questo a fare risultati o a pensare che la squadra sia al completo ma vedere i ragazzi allenarsi al meglio, rispondere alle richieste dell’allenatore con impegno e serietà è sicuramente di buon auspicio per il futuro. Nota particolare anche per i nuovi arrivi: sia Poli che Falletti e De Maio (Avenatti e Gonzales raggiungeranno la squadra a Kitzbuhel, ndr) si sono già integrati al meglio con il gruppo e tutti e tre stanno dimostrando di avere le caratteristiche necessarie per dare una mano a questa squadra.

Parlando del modulo invece, il tecnico rossoblù ha provato in entrambe le partite il 4-2-3-1: inutile nascondere che in un modulo del genere, calzerebbe a pennello il nome di Tomas Rincon accostato al Bologna nelle ultime ore. Ad ogni modo, sembra proprio questo l’assetto tattico sul quale Donadoni lavorerà e impronterà il suo Bologna 2017/2018. E siamo certi che Destro, in particolar modo, beneficerà del supporto del tridente d’attacco.