Sampdoria-Cagliari 3-0

Rafael 6: davvero bello l'intervento sul colpo di testa di Budimir ad inizio secondo tempo. Fa ciò che deve e può, compie alcune belle parate, incolpevole sui gol della Samp.

Mastino 6: dalla sua parte ha un Djuricic in serata, contenerlo non è semplice. Ma non sfigura nel calcio dei 'grandi', ed esce quando il risultato è ancora di 1-0.

(dal 49' Olivera 5,5: più intraprendente e fresco del compagno inizialmente, si fa vedere in sovrapposizione. Poi però la Samp inizia a spingere, e va in difficoltà).

Briukhov 5: gli attaccanti doriani troppo spesso si ritrovano soli al centro dell'area. E' giovane, i clienti da 'curare' sono impegnativi ma in fase di marcatura è troppo svagato.

(dal 75' Biancu s.v)

Salamon 5: vale lo stesso discorso fatto per Briukhov. Dovrebbe guidare il reparto, ma fatica a prendere le misure agli avversari. Si dimentica troppo spesso Budimir, e la Samp in area fa quello che vuole.

Dessena 5,5: usa il mestiere per rintuzzare le sortite doriane. E' uno degli ex di serata, e alcune chiusure sono degne di nota, ma la prestazione non è sufficiente.

Munari 5,5: a centrocampo deve contenere. Impresa non facile, ci prova con mestiere ma viene troppo spesso preso d'infilata dagli interni doriani.

Antonini Lui 5,5: gara senza infamia e senza lode per il giovanissimo rossoblù. Trovare a spazio contro i centrocampisti doriani è difficilissimo per tutti, a maggior ragione per un classe '98.

Barella 5,5: fatica come tutta la squadra. Linetty lo sovrasta fisicamente e come dinamismo. Va in apnea ed è costretto a ripiegare spesso per evitare le ripartenze avversarie.

Di Gennaro 6: le azioni più pericolose passano dai piedi del numero 8, che è anche il più intraprendente tra le fila del Cagliari. Si perde sulla distanza, quando il Cagliari arretra ulteriormente il suo baricentro.

(dal 79' Sella s.v.)

Melchiorri 5: poco presente in supporto a Giannetti, quasi mai pungente. Da rivedere anche dal punto di vista tecnico questa sera.

Giannetti 6: è vivace e si muove molto, spesso prendendo in controtempo la difesa doriana nei primi 45'. E' lui a procurare i principali grattacapi a Puggioni nel primo tempo. Non riesce però a trovare la rete che avrebbe potuto riaprire il match.


All. Rastelli 5: il Cagliari è rinunciatario sin dalle prime battute. A sua parziale discolpa c'è una formazione rimaneggiata e infarcita di giovani, ma l'assetto tattico dei rossoblù lascia a desiderare quando la Samp riparte in velocità. La difesa sbanda, e gli automatismi sono da rivedere.