Falsa partenza per il Cagliari di Rastelli. I rossoblù hanno sbattuto sul muro Juve nel match d'esordio della Serie A formato 2017-2018. 3-0 il risultato finale in favore dei bianconeri, con reti decisive di Mandzukic, Dybala e Higuain. Una gara che ha messo a nudo tutte le difficoltà della compagine isolana, spesso in completa balia degli avversari, soprattutto nel corso della ripresa. La sconfitta nella tana dei campioni d'Italia in carica andava messa in preventivo, ma - come ha evidenziato anche Rastelli nel post partita - il Cagliari esce dall'Allianz Stadium con qualche appunto positivo sparso qua e là, specie nel primo tempo, durante il quale i sardi sono riusciti ad imporre (seppur a tratti) il proprio gioco, sfiorando anche l'1-1 prima con Faragò e poi con l'occasionissima dal dischetto sciupata da Farias. Ci sarà da lavorare duro in vista della prossima partita, considerando che gli isolani tra una settimana esatta saranno impegnati in un altro difficilissimo test, contro il Milan in quel di San Siro.

Capitolo mercato: dopo aver salutato Borriello e Salamon, entrambi volati alla Spal, il Cagliari si appresta a chiudere l'operazione con il Napoli per Pavoletti e ad abbracciare Gregory van der Wiel. Accordo raggiunto nelle scorse ore, sia con il Fenerbahce che con lo stesso laterale olandese: lunedì il giocatore sbarcherà in città per le visite mediche di rito e la firma sul contratto che lo legherà al club rossoblù. Trasferimento con la formula del prestito oneroso e Rastelli così avrà presto a disposizione un importante rinforzo per la nuova stagione. Classe ’88, van der Wiel andrà a ricoprire quella casella lasciata libera da Mauricio Isla, che ha fatto il percorso inverso volando in Turchia alla corte di Kocaman. Negli anni scorsi è stato vicinissimo a grandi squadre come Milan, Inter e Roma, ma alla fine Gregory van der Wiel arriverà realmente in Italia per vestire però la maglia del Cagliari. L'esperto terzino olandese, con un passato prestigioso tra le file di Ajax e Paris Saint-Germain, è pronto a sbarcare in Sardegna dopo la non brillante avventura a Istanbul. L'olandese è esattamente il colpo da novanta - per ruolo, esperienza e caratteristiche tecniche - che serviva per completare lo scacchiere tattico di Rastelli: il 29enne nativo di Amsterdam è un terzino destro dalle spiccate doti offensive, bravo sia in fase di spinta che in copertura. Resta da capire l'adattabilità di van der Wiel al campionato italiano ma, almeno sulla carta, il Cagliari si è assicurato le prestazioni di un giocatore di carisma e livello internazionale. Le premesse per un campionato importante ci sono tutte, ora la palla passa a Rastelli.