L'editore: «Ho preso una bella patata bollente».
Via libera di Ti Media alla cessione di La7: Cairo nuovo proprietario con un milione di euro.
Il consiglio di amministrazione di Telecom Italia Media ha dato il via libera alla cessione di La7 a Urbano Cairo. Lo confermano fonti finanziarie. Qualche minuto prima il conduttore Gad Lerner aveva twittato l'accordo raggiunto: «È fatta. Telecom cede La7 a Urbano Cairo». Al termine del board, la consigliera Irene Bignardi ha parlato di «clima sereno» in consiglio. Con l'uscita delle prime indiscrezioni, TI Media ha ampliato le perdite, portandosi intorno alle 15,45 a 0,1613 euro, in calo del 3,9%, mentre Cairo ha accelerato al rialzo (+1,81% a 2,7 euro).

LA DICHIARAZIONE - «La 7? Ho preso una bella patata bollente». Con quest'unica battuta, al microfono di Radio 24, Urbano Cairo ne ha confermato l'acquisizione. Il via libera alla cessione sembrerebbe così concludere il lungo processo di vendita dell'asset di Telecom Italia che era iniziato lo scorso maggio. Nonostante il rilancio effettuato da Clessidra sui multiplex digitali, visto che il fondo di Claudio Sposito puntava a La7 ma anche alle frequenze, la società telefonica ha preferito puntare sull'editore e concessionario di pubblicità.

L'ACCORDO - L'accordo raggiunto prevede il riconoscimento a Telecom Italia media «di un corrispettivo pari a 1 milione di euro». Lo si legge in una nota, in cui la società controllata da Telecom conferma il via libera alla vendita del 100% della televisione. Prima del trasferimento della partecipazione, La7 sarà ricapitalizzata «per un importo tale per cui la società avrà, a quella data, una posizione finanziaria netta positiva non inferiore a 88 milioni di euro».