Il direttore generale del Sassuolo, Giovanni Carnevali, ha parlato ai microfoni di Premium Sport per presentare la sfida che vedrà i neroverdi affrontare la Roma. Una gara particolare per Eusebio Di Francesco corteggiato in vista della prossima stagione proprio dalla formazione giallorossa.

SU DI FRANCESCO - "Per noi è un match importante sia per Di Francesco sia per noi come società. Noi vogliamo programmare un progetto lungo, con Di Francesco abbiamo un contratto di altri due anni, abbiamo un progetto ambizioso e lui è il nostro perno principale, noi sappiamo che può interessare ad altre società, ma lui vuole continuare con noi e questo ci fa ben sperare. Tra persone educate un accordo lo si trova, abbiamo un rapporto straordinario".

NON VALE PER I GIOCATORI - "Per i giocatori il discorso è un po' diverso, non vogliamo cedere i nostri giocatori, soprattutto quelli più importanti poi dobbiamo fare le nostre valutazioni. Penso ci siano diverse considerazioni da fare e di sicuro non siamo una società che cede, guardate quello che è successo a gennaio, a fine anno faremo le nostre considerazioni, la volontà è quella di fare qualcosa di importante, continuare la nostra politica sugli italiani".

POLEMICHE - "Contestazioni? Quando sono 20-30 persone non le considero, non le abbiamo subite e non credo nemmeno che sia giusto, ricordiamo che siamo sempre il Sassuolo, veniamo da un'Europa League, non capisco perché contestarci, siamo soddisfatti e consapevoli dei nostri limiti, ricordiamoci chi siamo e godiamoci ciò che abbiamo ottenuto".