Caso Roma-Napoli: quando si gioca?

Inchiesta stadi Roma
02 ottobre alle 15:03

Nelle prossime ore se ne saprà di più. Se, come sembra, arriverà l’ordinanza tanto attesa sull’impossibilità di giocare all’Olimpico sabato 19 ottobre, si apriranno tre scenari: anticipare la gara a Roma il venerdì 18 (l’ipotesi che a Trigoria preferiscono); operare l’inversione e disputare la partita al San Paolo di Napoli (l’opzione che piace a De Laurentiis); giocare nel primo buco concesso dal calendario, ossia il 18 dicembre (eventualità che non piace a nessuno).

Le tre soluzioni, a livello calcistico, presentano complicazioni e controindicazioni. Anticipare, infatti, creerebbe delle problematiche con i nazionali, giocare a Napoli vorrebbe dire per la Roma disputare tre gare consecutive in trasferta e spostare la partita a dicembre, falserebbe il campionato. Come riporta Il Messaggerodelle tre ipotesi è molto difficile che possa andare in porto la prima (l’anticipo al venerdì). Al riguardo il Prefetto si è già espresso, mostrando diverse perplessità, visto che già dal giorno precedente la manifestazione sono previsti gli arrivi di migliaia di dimostranti. Dovesse confermarle, in gioco rimarrebbero solamente l’inversione o lo slittamento. A Trigoria sono in una posizione d’attesa ma in quel caso, il male minore sarebbe quello di disputare la partita al San Paolo.


V.N.

Commenta

Grazie per averci inviato il tuo commento. E' stato ricevuto e verrà valutato. Se sarà ritenuto pubblicabile sarà online a breve. Il sistema non accetta pubblicazioni ripetute dello stesso commento, ti chiediamo quindi di evitare di inviarlo nuovamente.
Accedi o registrati per poter commentare questo articolo.

o
Ogni opinione espressa in questi commenti è unicamente quella del suo autore, identificato tramite nickname collegato alla sua registrazione e di cui si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione del materiale inviato. L'utente, inviando un commento, dichiara e garantisce di tenere Calcioinfinito srl manlevata e indenne da ogni eventuale effetto pregiudizievole e/o azione che dovesse essere promossa da terzi con riferimento al materiale divulgato e/o pubblicato.