Dire che il Catania continua a meravigliare tutti probabilmente non è più corretto nei confronti della squadra rossazzurra, perchè i ragazzi di Maran hanno ormai dimostrato di meritare totalmente quella parte sinistra della classifica che qualche tempo fa segnalavamo come obiettivo minimo da avere per questa stagione. Non è una bestemmia invece pensare che Catania-Fiorentina ad oggi abbia più il sapore di uno scontro diretto per l'Europa che una tappa d'avvicinamento alla salvezza, ma le motivazioni di certo non mancherebbero nell'uno e nell'altro caso, a maggior ragione perchè i rossazzurri avranno voglia di far bene contro Montella e di riscattare la brutta partita del girone d'andata.

L'Aeroplanino ovviamente conosce benissimo la squadra di Maran e gran parte dei suoi uomini per averli allenati in blocco nello scorso campionato, ma in realtà il Catania ha una risorsa preziosissima che se espressa al meglio potrebbe spiazzare i progetti del tecnico viola. Si tratta di Lucas Castro, giocatore che non ha certo bisogno di presentazioni per quello che già ha lasciato intravedere in tutti i match che ha giocato in questo campionato, e che spesso ha dimostrato di poter cambiare volto alle partite del Catania. Certamente Montella starà studiando da giorni il numero 19 rossazzurro, che peraltro ha già osservato dal vivo per 45 minuti nel match d'andata.

Allora però si era solo alla terza giornata e, pur avendo già dato buone indicazioni negli scampoli di gara a lui concessi fino ad allora, Castro non si era ancora calato pienamente negli schemi della squadra. Inoltre in quell'occasione la squadra non lo aiutò di certo: fu una delle più brutte partite del Catania nella stagione in corso. Di fatto quindi Montella non conosce il vero Castro e, grazie all'imprevedibilità del 'Pata', qualsiasi video guardi adesso l'allenatore viola non potrà bastare a prendere i dovuti accorgimenti. Chissà poi che il fatto di giocare da 'finto delantero' davanti al pubblico amico non lo aiuti ulteriormente a inventarsi qualcosa di nuovo.