Manca solo la presentazione ufficiale, prevista per giovedì 20 luglio al Santiago Bernabeu, ma da oggi Dani Ceballos è a tutti gli effetti un giocatore del Real Madrid. L'arrivo del centrocampista spagnolo classe '96, premiato come miglior giocatore del torneo al recente campionato Europeo Under 21 giocatosi in Polonia, conferma la linea giovane che la società di Florentino Perez sta seguendo da qualche tempo in previsione di rinnovare la rosa dei "senatori" che riportato la squadra di Chamartin sul tetto d'Europa.

GIOVANI, SPAGNOLI E DI TALENTO - È sufficiente dare un'occhiata alla rosa dei blancos per darsi conto che l'operazione "ringiovanimento", pur senza traumi, è già cominciata. Marco Asensio, Lucas Vazquez, Isco, lo stesso Alvaro Morata (che resta in odore di cessione) non sono più una sorpresa, Zinedine Zidane ha insistito, nel corso della passata stagione, che tutti i suoi giocatori sono importanti, e lo ha dimostrato dando loro fiducia, ripagata a tutti gli effetti, visti i risultati. Quest'anno, c'è da scommetterci, sarà la volta dei nuovi arrivati; Dani Ceballos, Vallejo, Borja Mayoral e Theo Hernandez (francese di nascita ma cresciuto calcisticamente in Spagna).

SPAZIO A CENTROCAMPO - Se la squadra si rinnova acquistando gioventù e talento, non cambia il fatto che in campo si va sempre in undici e se Zidane vorrà dare fiducia ai nuovi arrivi qualcuno dovrà sacrificarsi. La fantasia e la classe di Ceballos potrebbe far nascere uno di quei "problemi" che amano gli allenatori, quello dell'abbondanza; ma potrebbe anche indurre il Real a valutare le offerte che in arrivo anche dall'Italia per due pezzi fondamentali del centrocampo che rischiano di essere utilizzati meno del solito.

RICHIAMO DALL'ITALIA - Luka Modric, dall'alto dei suoi 31 anni, si sta preparando al meglio e sembra fisicamente al top. Il croato è una pedina chiave per la struttura di Zidane ma quest'anno potrebbe centellinarlo, un po' come ha fatto con Cristiano Ronaldo la passata stagione. Le suggestioni legate a un futuro nel nuovo Milan e gli apprezzamenti del giocatore per il club rossonero, sui social, si susseguono e l'età del giocatore potrebbe spingere la dirigenza madridista ad accettare eventuali offerte, ma le difficoltà di un eventuale contrattazione nascono dal fatto che Modric vuole giocare la Champions. Il sogno di vincere la terza Champions di fila è un richiamo molto forte.

Per quanto riguarda Toni Kroos, si è parlato dell'interesse da parte della Juventus, con tanto di offerta di 70 milioni per il Real, per rispondere anche mediaticamente alla partenza di Bonucci. In questo caso, oltre alle stesse motivazioni che rendono difficile la partenza per l'Italia di Modric, c'è anche la volontà da parte dei dirigenti dei campioni d'Europa di non privarsi di un giocatore di soli 27 anni, che l'ottobre scorso ha firmato il rinnovo che lo lega alle merengues fino al 2022, per cederlo a uno dei diretti rivali in Champions. Certo, se il tedesco dovesse rendersi conto che a Torino sarebbe l'indiscusso direttore d'orchestra dei bianconeri, Florentino Perez potrebbe cambiare opinione, anche perchè nelle sue intenzioni c'è di regalare il classico colpo a sensazione come potrebbe essere la stella del Monaco Mbappé. I tifosi di Milan e Juventus sognano ad occhi aperti, mentre il Real prepara la rivoluzione dei giovani.