Un match combattuto, senza padroni. Finisce 0-0 la sfida di Stamford Bridge tra Chelsea e Arsenal, un risultato che non accontenta nessuna delle due squadre. Il primo tempo è un vortice di emozioni, il Chelsea è la solita espressione del Conte style tra accelerazioni, cambi di campo e centrocampisti che si buttano dentro. Il gol del vantaggio non arriva, l'Arsenal soffre, resiste e di certo non resta a guardare. Anche senza Sanchez in campo dal primo minuto spaventa i Blues in un paio di occasioni, con Lacazette (para Courtois) e Ramsey (palo).

IMPRECISIONE - Nel secondo tempo il copione è lo stesso, grande intensità, ribaltamenti di campo, gioco maschio, ma sul più bello, da entrambe le parti, manca la precisione. La trova l'Arsenal al 75' ma Mustafi segna in evidente posizione di fuorigioco. Il Chelsea, scosso, reagisce con Hazard, che lentamente sta ritrovando il campo con continuità dopo l'infortunio, il belga entrato per Willian si fa mezzo campo e impegna Cech ha una grande parata. Nel finale arriva il rosso a David Luiz (duro intervento su Kolasinac), non il guizzo vincente: finisce in parità, un risultato che serve soprattutto alle due di Manchester. L'Arsenal fa un piccolo passo avanti in classifica, ma per lottare per i primi posti in questa stagione ci sarà da sudare..