L'Italia è caduta nella trappola preparata dalla Svezia, accusata di aver giocato sporco. Dopo la partita, Ventura ha puntato il dito contro l'arbitro turco Cakir: "Spero che nel ritorno a Milano concedano a noi quello che hanno concesso a loro... In una partita con una posta in palio così importante ci voleva più attenzione". Bonucci gli ha fatto eco: "Ho il setto nasale rotto per la gomitata di Toivonen, andava espulso subito". Poco prima del gol ci sono stati altri due episodi con protagonista l'altro attaccante svedese: Berg, che ha colpito col gomito la testa di De Rossi poco dopo aver spinto Chiellini addosso a Buffon. 

CHIELLINI COME BUSQUETS - Dal canto loro, gli svedesi accusano gli Azzurri di aver simulato. In particolare fa discutere un comportamento di Chiellini nell'occasione appena descritta. Il difensore della Juventus, faccia a terra, apre per un attimo gli occhi per vedere se l'arbitro stia prendendo un provvedimento disciplinare nei confronti di Berg, già ammonito e quindi a rischio espulsione. Un po' come fece Sergio Busquest durante la semifinale di Champions League Barcellona-Inter nel 2010, quando fu espulso Thiago Motta. Speriamo che stavolta il doppio confronto tra Svezia e Italia abbia un finale diverso, visto che allora si qualificarono i nerazzurri di Mourinho. Presente ieri in tribuna così come Ibrahimovic, altro protagonista di quella sfida al Camp Nou
 
BERG ATTACCA - La Svezia non ci sta e attacca, il centravanti Marcus Berg critica gli Azzurri: "Troppo teatro e non sono neanche bravi attori!". (LEGGI QUI).