Prosegue anche nella stagione 2016-2017 l’appuntamento della nostra rubrica SOS arbitri con Massimo Chiesa. L'ex arbitro internazionale, ai microfoni di Calciomercato.com, mette sotto la lente d'ingrandimento i principali casi da moviola di ciascuna giornata di Serie A, gli aspetti positivi (ove vi siano) e dà i voti agli arbitri del massimo campionato. Ecco il riepilogo degli episodi contestati nella ventiquattresima giornata.

GLI ERRORI PIÙ GRAVI

Sampdoria-Bologna: “Svista madornale dell’addizionale Marinelli che induce all’errore l’arbitro Fabbri. Il rigore concesso alla Sampdoria (con il Bologna in vantaggio per 1-0) a 10’ dalla fine per un presunto tocco con la mano di Pulgar è inesistente. Il giocatore del Bologna, infatti, prende il pallone con il fianco sul cross di Bereszynski”.

Inter-Empoli: “Manca un rigore all’Inter per fallo di Diousse su Eder. Il centrocampista dell’Empoli da dietro spinge vistosamente l’attaccante nerazzurro. Celi sbaglia a lasciar proseguire l’azione senza sanzionare l’intervento”. 

Cagliari-Juventus: “Al Cagliari manca un rigore per una spinta di Alex Sandro su Dessena in area. Il terzino della Juventus spinge con ambedue le mani il centrocampista del Cagliari per impedirgli di colpire il pallone di testa. Calvarese doveva rischiare un rigore in favore della squadra di Rastelli”. 

I VOTI AGLI ARBITRI della ventiquattresima giornata: 

Cagliari-Juventus: Calvarese 5.
Crotone-Roma: Russo 5,5 (“Giusto il rigore concesso alla Roma. Sullo scatto di Salah c’è il contatto con Ferrari: la spinta è leggera, ma c’è anche un tocco sul piede segnalato all’arbitro dall’assistente”).
Inter-Empoli: Celi 5,5.
Sampdoria-Bologna: Fabbri 5.
Torino-Pescara: Maresca 6,5 (“Ordinaria amministrazione”).
Palermo-Atalanta: Orsato 7 (“Partita difficile, gestita con grande personalità dall’arbitro. Cristante è in posizione regolare sul gol del 3-1”).
Sassuolo-Chievo: Pairetto 6,5 (“Giusto espellere Letschert e concedere il rigore al Chievo dopo soli 3’ di gara. Inglese in area è travolto dal difensore del Sassuolo, molto ingenuo in questo frangente. Rigore evidente e conseguente rosso per la chiara occasione negata con un’entrata non “onesta”. Il difensore del Sassuolo, infatti, non ha alcuna possibilità di prendere il pallone”).
Fiorentina-Udinese: Mariani 6 (“Netto il rigore concesso alla Fiorentina per fallo di mano di Fofana”).
Napoli-Genoa: Giacomelli 6.

CHI SALE: Orsato, Maresca, Pairetto.
CHI SCENDE: Calvarese, Fabbri, Celi.