Era il 2016, a Melbourne, per l'International Champions Cup. Juve e Tottenham di fronte, con la Signora che usa Dybala e Benatia come grimaldelli per aprire e richiudere la partita. Lamela provò nella ripresa a rianimarla, con vani risultati. Un anno dopo l'amichevole a Wembley, prima storica appariazione a Wembley per una Juve che più brutta non si poteva immaginare, Kane ed Eriksen (le due gemme dei bianchi) furono mortiferi. 

Queste le ultime sfide ma i tornei, le amichevoli si sa contano soltanto il giusto. Qui Pochettino, che ha trisavoli piemontesi e sognava la Juve fin da quando gliela raccontavano da piccolo, viene allo Stadium "per segnare e vincere". Segnare è una cosa, vincere un'altra. Perchè finchè si ha come centravanti l'uomo che va in rete di più al mondo, l'Uragano Harry Kane, fare gol sembra come stappare una bottiglia. Portar via invece il risultato da uno stadio così è tutt'altra cosa.

E' vero, questo è un bel Tottenham ma non alza trofei. Il miglior avversario in questo momento per una Juve che sta per ritrovare la vecchia verve e Dybala. La prima arriverà in questa occasione per forza, per la Joja ripassare a Wembley.

In Svizzera è atteso il City del Pep. A Basilea per l'esattezza. Credo di non dover dire molto nonostante gli svizzeri abbiano fatto un capolavoro a qualificarsi. Il City col Basilea non ci può proprio fare. Nè in casa nè in trasferta nè in mezzo al mare.

 

I CONSIGLI DI MARTEDI'

Juventus-Tottenham 1/gol (quota 4.20)

Basilea-Manchester City 2 (1.36)


L'ambo vale 5.71 volte la posta

@calcioepepe