Un Bari contestatissimo acciuffa in extremis il pareggio interno con il Carpi. Finisce 2-2 la sfida del 'San Nicola', nell'ira della tifoseria pugliese, estenuata da una mediocrità senza fine. I biancorossi di casa giocano discretamente solo la prima mezz'ora. Dopo una notevole pressione, i galletti passano al 28': punizione dalla trequarti di Galano e colpo di testa vincente di Ceppitelli che approfitta dell'uscita a vuoto di Nocchi. Al 34' il Carpi pareggia: lancio lungo per Mbakogu che supera Chiosa e Ceppitelli e fulmina Guarna. Subito il gol, i pugliesi si smontano e vanno sotto al 61': traversone da destra, difesa immobile e guizzo da due passi di Mbakogu per il vantaggio emiliano. Il Bari va in forcing, sebbene con grande disordine: Nocchi salva su Joao Silva e Galano, ma nulla può al 92', quando Statella, su cross di Galano, difende palla e segna il 2-2. Al pubblico del 'San Nicola' non basta: i sostenitori baresi chiedono l'esonero di Alberti e Zavettieri.

BARI

I calciatori del Bari sono in silenzio stampa. Parla solo il tecnico, Roberto Alberti: 'Non abbiamo disputato la migliore partita in casa, perciò mi tengo stretto il pareggio. Non siamo ancora in grado di gestire i momenti del match. Le contestazioni? Rispetto chi viene allo stadio che ha tutto il diritto di protestare. Ma l'obiettivo stagionale è la salvezza e mi sembra che siamo in linea con i programmi. Mancano tre turni alla fine del girone d'andata: dobbiamo cercare di sfruttarli al meglio e poi cominceremo a fare i conti'.

CARPI

L'attaccante del Carpi, Jerry Mbakogu: 'Ho segnato, nella mia carriera, in due stagioni. L'anno scorso contro il Bari e anche quest'anno. Evidentemente ho un conto aperto con i pugliesi. Dispiace solo per il pareggio finale, sembrava una vittoria già scritta. Questa doppietta mette a tacere le voci sul fatto che il Carpi non abbia un bomber di razza. Dedico questi gol alla mia fidanzata, Lavinia. Ora andiamo avanti con serenità e pensiamo alla prossima gara con il Palermo: una sfida davvero stimolante'.