Vittoria spettacolare per il Novara di mister Baroni, che si impone 4-1 al "Piola" contro il Lanciano. Nonostante la pesante sconfitta gli ospiti sono rimasti in partita fino ad un quarto d'ora dal termine della gara. La squadra di D'Aversa parte meglio e al 13' Padovan mette i brividi a Da Costa colpendo la traversa. Al 17' il Novara resta in dieci: rosso diretto a capitan Gonzalez che, per liberarsi da una trattenuta di Bacinovic, sbraccia e colpisce l'avversario in pieno volto. L'arbitro non ha dubbi: espulsione per l'argentino e cartellino giallo a Bacinovic. La partita si fa incandescente e il gioco ne risente. Il Lanciano fa girar palla senza però trovare varchi perché i padroni di casa si chiudono molto bene. Al 47' altro episodio che fa discutere: anche il Lanciano resta in dieci uomini. Bacinovic ruba palla a Viola usando il braccio: secondo cartellino giallo ed espulsione anche per lui. Ristabilita la parità numerica proprio sul finire della prima frazione. Ad inizio ripresa entra in campo un Novara totalmente diverso rispetto a quello visto nei primi 45 minuti. Dopo pochi minuti infatti arriva la rete del vantaggio. Al 6' è Rodriguez a portare avanti i suoi. Grandissimo pallone di Viola che serve il compagno in area, il quale salta il portiere con un bel dribbling ed insacca a porta vuota. Il Lanciano però non ci sta e al 64' trova il gol del pareggio con Padovan, abile ad insaccare da due passi su corta respinta della difesa novarese. Il Novara rialza la testa e dopo aver creato altre occasioni riesce a tornare in vantaggio. Al 76' Faragò firma la rete del 2-1; punizione perfetta di Viola, colpo di testa di Poli e miracolo di Casadei che però non può nulla sulla ribattuta del numero 8 azzurro che tutto solo appoggia il pallone in porta. Passano solo due minuti e il Novara chiude la partita: al 78' Galabinov raccoglie palla fuori area, prende la mira e, con un destro rasoterra potentissimo sigla il gol del 3-1. I padroni di casa sono indemoniati e giocano un calcio stupendo. Arriva così anche la quarta rete. All'87' c'è gioia anche per Corazza che, dopo un bellissimo scambio con Galabinov, entra in area e di destro trafigge ancora una volta Casadei. Termina così un match che ha regalato molte emozioni soprattutto nella ripresa. Il Novara continua a sorprendere e a giocare molto bene. I risultati parlano chiaro: una sola sconfitta in casa e quarto posto in classifica meritatissimo.
 
NOVARA
 
L'allenatore del Novara, Marco Baroni: "Devo fare i complimenti alla squadra. I complimenti perché c'è stata tanta voglia di vincere; l'abbiamo respirata anche nelle difficoltà. Abbiamo affrontato una partita non facile perché il Lanciano ultimamente stava facendo bene. L'episodio dell'espulsione ha innervosito tutti ma troppa tensione non aiuta nessuno. Siamo stati bravi anche con l'uomo in meno. Stavamo per sciupare tutto ma poi ci siamo ripresi e abbiamo rimesso in piedi la partita. Adesso lasciamo l'entusiasmo alla proprietà e ai tifosi; noi dobbiamo rimanere sul pezzo".
 
LANCIANO
 
Il vice allenatore del Lanciano, Andrea Tarozzi: "La partita è stata davvero ricca di episodi che hanno spostato gli equilibri. Abbiamo disputato una buona partita perché non è facile affrontare il Novara, ottima squadra. Fino a quindici minuti dalla fine c'è comunque stato equilibrio. L'unico rimpianto è quello di non aver sfruttato al meglio la superiorità numerica. Paradossalmente abbiamo giocato meglio prima della loro espulsione. Nonostante il cartellino rosso preso da Bacinovic alla fine del primo tempo nella ripresa siamo entrati in campo in maniera positiva. L'episodio che ha cambiato la partita è stata la punizione che ha portato al loro secondo gol; da lì non abbiamo più reagito".