Al 'Bentegodi' di Verona i padroni di casa ospitano il Bari che ha dimostrato di essere un'ottima squadra in grado di impensierire gli scaligeri. Il primo tempo è totalmente nelle mani della squadra di Mandorlini che chiude il Bari nella propria metà campo, ed a tratti addirittura nella propria area. Tra le varie occasioni la più eclatante al 6' con Lamanna che è decisivo nel salvare la porta su un tiro da fuori di Laner e miracoloso sulla ribattuta in area di Cacciatore. Nel secondo tempo è invece il Bari a fare la partita, rendendosi pericoloso con Iunco ma soprattutto con Bellomo. Al 66' è provvidenziale l'intervento di Rafael per deviare in angolo una conclusione di quest'ultimo deviata da Martinho. La partita si decide però all'87': cross dalla destra di Cacciatore, sul primo palo Bojinov anticipa tutti e permette al Verona di portare a casa i tre punti. Una partita estremamente equilibrata decisa da un semplice guizzo di uno dei tanti giocatori di qualità di cui il Verona dispone.

VERONA

L'attaccante del Verona, Valeri Bojinov: 'La cosa importante oggi è aver vinto, tutto il resto non conta. Abbiamo dato un segnale a noi stessi, al pubblico e alla società. Sono contento per il goal, ringrazio i tifosi che sostengono la squadra ma non conta chi segna, va bene se segna anche Daniele o qualcun altro, l'importante è che la squadra raggiunga il risultato'.

BARI

L'attaccante del Bari, Antimo Iunco: 'Peccato! C'è rammarico ma siamo contenti perché abbiamo fatto una grande prestazione contro una grande squadra, questo ci fa ben sperare per il futuro. E' normale che dopo buone partite c'è anche un po' di stanchezza. Noi pensiamo sempre di partita in partita, è la nostra filosofia'.