Un'occasione enorme. Giovane, talentuoso, con un contratto a scadenza nel giugno del 2018: Mahmoud Dahoud ha tutte le carte in regola per essere uno dei prospetti più contesi a livello europeo. Centrocampista di qualità, da anni in prima squadra con il Borussia Moenchengladbach, Dahoud è da tempo nella lista della Juventus come potenziale obiettivo. Ma c'è di più, perché anche il Milan si è attivato per lui: appuntato il nome tra le opportunità per giugno che potrà considerare il futuro ds Massimiliano Mirabelli, fan di Dahoud già dai tempi in cui era capo scouting all'Inter. Un altro buon motivo per volare in Germania, ieri, ad assistere alla gara di Europa League tra il Borussia e la Fiorentina.

TRA JUVE E CLAUSOLA - I radar rossoneri lanciano così la sfida alla Juventus, Marotta e Paratici seguono questo ragazzo da anni. E rientra nelle idee alla voce 'opportunità' come Keita Balde e Leon Goretzka, tutti a scadenza nel 2018. Così la Juve pensa da tempo di cogliere l'occasione, non sarà facile con la concorrenza inglese del Liverpool (Klopp stravede per lui) ma non solo. E il Milan si inserisce in una corsa che adesso aprirà a un bivio: il Borussia proverà il rinnovo in extremis, ad ora complesso ma si continua a insistere. Oppure, dalla prossima estate si attiverà una clausola rescissoria da 9/10 milioni di euro svelata dalla stampa tedesca che potrà aprire alla grande occasione. Milan e Juve sono attente e vigili, Dahoud è un assist del mercato...