Oggi è il 19 marzo, san Giuseppe. Una giornata speciale per tutti i papà ma, essendo domenica, una giornata speciale anche per tutti gli appassionati di calcio. Un giorno doppiamente da ricordare quindi per le famiglie in cui padri e figli condividono la stessa passione, diventata anche una professione. Il caso più famoso riguarda i Maldini, una vera e propria dinastia cominciata con Cesare, proseguita con Paolo e che ora va avanti con Christian e Daniel. Ma nel calcio ci sono tanti giocatori figli di ex giocatori, che avranno un motivo in più per giocare bene oggi.

FAMIGLIE IN PORTA - Nel Napoli che è sceso in campo alle 12.30 in porta c'è, come al solito, Pepe Reina, che ha ereditato la passione per il ruolo dal padre Miguel, ex di Barcellona e Atletico Madrid, convocato anche dalla Spagna per il mondiale del 1966. I Reina come gli Schmeichel, famiglie di portieri: fino a qualche anno fa Kasper viveva nell'ombra di papà Peter, ma nel grande exploit del Leicester della scorsa stagione il numero uno danese è stato grande protagonista, come anche per la qualificazione delle Foxes per i quarti di finale di Champions League, con i due rigori parati tra andata e ritorno negli ottavi al Siviglia.

FIGLI IN A - Sono esplosi poi in questa Serie A 2016/17 altri due figli d'arte, come Federico Chiesa (alla Fiorentina, sulle orme di papà Enrico) e Giovanni Simeone, il Cholito del Genoa che appena può riceve la visita del Cholo originale, Diego. Come il numero 9 rossoblù, che deve il nomignolo a quello del padre, ci sono poi i casi di Higuain (Pipita perché figlio del Pipa Jorge), Perotti (Monito, mentre papà Hugo era il Mono) e Juan Sebastian Veron (la Brujita, Juan Ramon era la Bruja). Un figlio che dovrà farsi invece perdonare con un grande regalo è Federico Di Francesco, dopo lo sgambetto di settimana scorsa quando, col suo Bologna, ha battuto il Sassuolo di papà Eusebio nel derby dell'Emilia, dando il via all'azione che ha portato all'1-0 decisivo. Simone Andrea Ganz ha regalato invece una gioia a Maurizio con un giorno d'anticipo, segnando ieri nell'1-1 del Verona contro la Pro Vercelli.

DOPPIO EREDE - Ci sono poi quei calciatori che non si sono limitati a un erede nel mondo del calcio, ma ne hanno avuti addirittura due. Come Bruno Conti, padre non solo dell'ex bandiera del Cagliari Daniele, ma anche di Andrea, che dopo l'esordio in Serie A con la Roma ha proseguito la sua carriera tra le categorie inferiori e la Svizzera. O come Mazinho, ex centrocampista anche di Lecce e Fiorentina e papà di Thiago e Rafinha Alcantara. O, per concludere, come Zizou Zidane, che i figli Enzo e Luca li ha anche convocati per la tournée americana del Real Madrid della scorsa estate.

@marcodemi90