Il calcio mondiale si sta muovendo per aiutare il Chapecoense in seguito alla tragedia che ha colpito e di fatto distrutto la squadra. La federcalcio brasiliana ha già messo in atto un protocollo di salvaguardia, ma in soccorso del club stanno arrivando anche i club europei. 

40 MILIONI DAL PSG - Secondo quanto riportato in Brasile da Radio Gaucha, Il Paris Saint Germain ha comunicato alla FIFA e alla UEFA di voler donare 40 milioni di euro al Chapecoense per aiutarla nella ricostruzione della sua squadra. Per ora non arrivano conferme dalla Francia, ma se fosse vero il gesto del presidente Al Khelaifi sarebbe fondamentale per la sopravvivenza del club brasiliano. 

COLOMBE IN COLOMBIA - Intanto oltre 50mila persone sono accorse la scorsa notte allo stadio 'Atanasio Girardot' di Medellin, in Colombia, per rendere omaggio alla squadra brasiliana del Chapecoense colpita dal tragico incidente aereo di lunedì scorso. Al centro del campo sono state liberate 71 colombe in ricordo delle vittime. Tanti gli striscioni con le scritte "Siamo tutti Chapecoense" e "Siamo con te Chape" e il coro "Vamos Vamos Chape" più volte intonato dal pubblico. Per primo ha parlato il ministro degli Esteri brasiliano José Serra, che in lacrime ha dichiarato: "La Colombia è un paese fratello per noi brasiliani. In questo momento di grande tristezza, la solidarietà che ci sta dimostrando ci regala un po' di consolazione, una luce nel buio nel momento in cui tutti noi stiamo cercando di capire l'incomprensibile". 

GIALLO CAVANI - L'attaccante uruguaiano del PSG, Edinson Cavani è stato ammonito dall'arbitro per essersi tolto la maglia dopo il gol (il 100esimo con la maglia del PSG) del 2-0 segnato ieri sera all'Angers e aver mostrato una scritta dedicata al Chapecoense. Il suo compagno di squadra Thiago Motta ricorda Cleber Santana