Oscar Damiani, ex agente di Aubameyang, è intervenuto su MilanNews.it per parlare del cambio di proprietà del club rossonero e delle possibili mosse della nuova dirigenza.

Sulla fine della gestione Berlusconi: "Affettivamente dispiace, sia da calciatore che da agente ho avuto molti rapporti con il Milan, con Galliani, con Braida. Sono ricordi indelebili di tanti anni, trascorsi lavorando insieme. Speriamo che questa nuova proprietà possa fare almeno una parte di quello che ha fatto il Milan di Berlusconi. Fassone e Mirabelli sono bravi e preparati, vedremo che investimenti potranno fare. Siamo sempre vicini al Milan e speriamo che le vittorie ci siano anche con la nuova proprietà".

Sui colpi con il Milan da agente: "Tra i più importanti mi piace ricordare George Weah che è stato anche Pallone d'Oro. Non ha fatto moltissimi gol ma è stato un grande calciatore e un grande personaggio. Anche Costacurta che ho seguito da quando era ragazzo".

Su Aubameyang: "Possibile? Bisogna chiederlo alla proprietà, questo non lo so. Aubameyang è partito dal Milan, andarlo a prendere alla soglia del ventinove anni è un investimento talmente importante... Forse sarebbe meglio pensare a qualcuno di più giovane e di prospettiva".

Su Montella: "Ha fatto molto bene, ha dato gioco e personalità alla squadra. Mi auguro che venga confermato e che i risultati siano importanti".