Questa sera, in Bulgaria, il Milan si gioca l'andata dei sedicesimi di finale di Europa League contro il Ludogorets, 90 minuti di 180 che possono già dire molto in ottica qualificazione. Rino Gattuso ha deciso di giocarsela con i suoi titolarissimi, nonostante l'importante sfida di campionato contro la Sampdoria di domenica sera. Non solo il campo, però, nella testa della dirigenza rossonera: già, perché continua a tenere banco il futuro societario e il rifinanziamento del debito con Elliott. 

RIFINANZIAMENTO - Il Milan sta lavorando con Merrill Lynch a un rifinanziamento da 250 milioni di euro del debito rossonero con il fondo americano (pari al doppio degli attuali 123 milioni, come ricorda Tuttosport). Il tutto per consentire a Yonghong Li di staccare un dividendo a favore del presidente rossonero in modo da diminuire i 180 milioni di esposizione personale del proprietario verso l'hedge fund e facilitare l'intera operazione, come scrive Milano Finanza

PIU' SOCI - Inoltre Merrill Lynch sta lavorando per cercare più investitori, e non un solo soggetto, per rilevare l'intero debito. Gattuso pensa al campo, Fassone anche al futuro societario. Il debito con Elliott è da risanare entro ottobre 2018, ma l'amministratore delegato rossonero ha sempre dichiarato di volerlo estinguere con 6 mesi d'anticipo. Vorrebbe dire chiudere il tutto ad aprile.