(ENGLISH VERSION)

Benedetto sia quel posto da extracomunitario ancora libero.
Perché mai come in questa sessione di mercato invernale la Juve potrebbe averne bisogno. Difficile che a questo punto il secondo slot possa essere occupato da Bentancur, il matrimonio si farà ma a giugno. Piuttosto potrebbe tornare molto utile per sistemare, nel caso in cui la società bianconera lo ritenesse opportuno, quel pacchetto arretrato nuovamente falcidiato da infortuni più o meno gravi e di difficile gestione. E nel caso Marotta e Paratici decidessero di intervenire, ecco che il profilo di Branislav Ivanovic risponderebbe alla perfezione alla richiesta tecnica della Juve di oggi.

 

IL PUNTO – Facendo un passo indietro, c'è da sottolineare come la Juve avesse già valutato se intervenire o meno in difesa, decidendo di non fare alcun intervento nonostante gli acciacchi di Chiellini e Benatia, nonostante la spalla di Barzagli. I lunghi stop di Dani Alves e Bonucci però ora rischiano di cambiare le carte in tavola, in atto ci sono nuovi ragionamenti che potrebbero anche non portare al solo reintegro in lista Champions di Lichtsteiner. Potrebbe quindi servire un giocatore di sicuro affidamento, utilizzabile in Champions, che possa giocare sia da terzino destro che da centrale di difesa. Un Caceres insomma, ma non Caceres ovviamente.

 

ECCO IVANOVIC – Dovendo già operare ed investire sul centrocampo, meglio quindi in difesa un'operazione dal basso impatto economico e senza troppi margini di rischio. Mettendo tutto insieme ecco che le valutazioni principali ruotano già attorno proprio al serbo del Chelsea, tatticamente perfetto e motivato a rilanciare la propria carriera lontano da Londra dopo essere uscito dalle rotazioni di Conte nell'ultimo periodo. Gli ottimi rapporti con i blues ed un contratto in scadenza nel 2017 senza alcun rinnovo in vista renderebbero la potenziale trattativa piuttosto agevole, così come i precedenti sondaggi effettuati ripresi in queste ore lasciano intendere la totale apertura del giocatore a sposare eventualmente la causa bianconera anche con un accordo corto sulla base dei 18 mesi. Da qui alla sosta di Natale la Juve prenderà la sua decisione in termini di strategia, se continuare così o se aggiungere un tassello anche in difesa: in tal caso, Ivanovic è tornato ad occupare saldamente il primo posto della lista.

@NicolaBalice