Semplicemente perfetta. Zero gol concessi al Barcellona di Messi, Neymar, Suarez e compagnia, una prestazione impeccabile al Camp Nou e la sensazione di poter arrivare in fondo per davvero: la Juventus si gode un momento magico in campo... e fuori. Perché la qualificazione alle semifinali di Champions League non è solo motivo di prestigio a livello internazionale e di sogno a livello di obiettivo, ma anche una ventata di milioni per le casse bianconere.

QUASI 100 MILIONI - Ammonteranno attorno ai 97 milioni di euro gli utili derivati dall'accesso alle semifinali, inclusi i ricavi da botteghino e tutte le parti che compongono i guadagni dall'Uefa con la Champions League. Addirittura più di quanto i bianconeri avevano incassato due anni fa, quella era la Juventus di Tévez, un'altra storia. La Juve 1.0 di Allegri che adesso si è evoluta, più matura e pronta a giocarsela su ogni campo. E con una bella soddisfazione finanziaria che farà la fortuna del club, di Agnelli e della dirigenza bianconera.

MERCATO SUPER - Grazie a questa stagione travolgente e a queste cifre sotto l'aspetto finanziario sarà più semplice programmare un mercato ancora composto da nomi eccellenti. La priorità sarà per un centrocampista, quello il primissimo obiettivo per soddisfare Max Allegri: Tolisso in cima alla lista, ma un tentativo per Verratti sarà fatto e non è escluso che la lista si allunghi. Davanti ci sarà un rinforzo di assoluta qualità, qualcosa si muoverà anche sulle fasce. Sarà la Juve della programmazione e dei colpi importanti, dopo l'estate dei vari Higuain, Pjanic & co. Ancora sostenuta da incassi e risultati di primissimo livello.