Meno di un mese alla fase finale dell'Europeo Under 21, è quasi tempo di scelte. Quelle che dovrà fare Luigi Di Biagio, che dopo il fallimento dell'edizione 2015, in Repubblica Ceca, partirà per la Polonia con l'obiettivo di tornare a vincere un trofeo che manca dall'edizione 2004. Gli Azzurrini sono stati inseriti nel gruppo C, con Germania, Repubblica Ceca e Danimarca, se riusciranno a passare la prima fase dovranno vedersela con big come Portogallo, Inghilterra, Serbia o Spagna. Insomma, dal 16 giugno si fa sul serio e Di Biagio vorrebbe giocarsela con i migliori.

VUOLE I MIGLIORI - Il condizionale è d'obbligo, perchè la guida dell'Under 21 ancora non sa quali giocatori della Nazionale maggiore avrà a disposizione. Ma ha una speranza: "Chi vorrei? Tutti. - ha detto recentemente al Corriere dello Sport - I padroni di casa possono presentarsi con Milik e Zielinski, la Repubblica Ceca con Schick, la Serbia con Milinkovic. Anche noi abbiamo quattro o cinque giocatori che hanno già raggiunto altro livello, ma se sono in età buona perchè non portarli". Aspetta segnali da Ventura, la cui Italia a giugno è impegnata contro Uruguay (amichevole, a Nizza) e Liechtestein (qualificazione a Russia 2018, a Udine), tra i giocatori che vorrebbe con sé alla Fase Finale dell'Europeo ci sono Rugani, Romagnoli, Donnarumma, Gagliardini e Bernardeschi.

LA SPAGNA FA PAURA - Insomma, alcuni dei talenti migliori del nostro calcio, che possano aiutare l'Italia a puntare in alto. In Spagna questi problemi non ne hanno: in Repubblica Ceca Celades porterà i migliori, senza se senza ma. Sull'aereo per la Repubblica Ceca ci saranno, tra gli altri, Bellerin dell'Arsenal, Gayà del Valencia, Grimaldo del Benfica, Saul dell'Atletico Madrid, Denis Suarez del Barcellona, Deulofeu del Milan, Inaki Williams dell'Athletic o Asensio del Real Madrid. Fuori dalla lista, per scelta tecnica Munir e Oliver Torres. Una squadra che fa paura, l'Italia è avvisata.