Alessio Secco, ex direttore sportivo della Juventus nell´estate in cui l´acquisto di Stankovic dall´Inter fu bloccato per la rivolta dei tifosi bianconeri, è intervenuto a Radio Sportiva per commentare la vicenda Borriello dai contorni molto simili.
 
TIFOSI CONTRO BORRIELLO - Il parallelo con quanto successo con Stankovic ci sta: eravamo vicini a chiudere la trattativa, poi ci fu un´insurrezione di massa dei tifosi e la cosa si bloccò. Con Borriello è un po´ diverso: lui non credo abbia rifiutato la Juve, scelse la Roma perchè voleva andare via a titolo definitivo e non in prestito. In questo momento da una situazione così la Juve ha solo da perdere, non c´era bisogno di questo episodio ma non lo ingigantirei troppo: Borriello ha già chiarito tutto.
 
MERCATO BIANCONERO - Se mettono a punto tre nuovi acquisti avranno fatto un ottimo lavoro, anche dal punto di vista economico. Una squadra già equilibrata con tre nuovi innesti è un lusso non da tutti. Personalmente la decisione di Borriello non mi sembrava la più impellente visto il parco attaccanti che hanno. Il vice Pirlo? Lo richiede il cambio di modulo di Conte. Caceres è interessanti perchè è un jolly difensivo che può fare tutti i ruoli dietro. Caceres l´avevo portato io a Torino, poi la nuova società ha fatto scelte diverse: adesso forse si sono ricreduti...
 
ATTACCANTI IN ESUBERO - Sul piano tecnico la Juve ha le idee chiarissime: Conte conta su 5 attaccanti degli 8 che sono in rosa. Sul piano economico la società avrebbe piacere di liberarsi di giocatori che non rientrano nel progetto ma forse il lato economico non è così prioritario se il primo giorno di mercato prendono l´ottavo attaccante.
 
DERBY PER TEVEZ - Siamo alle schermaglie, non mi stupirei se il City decidesse di tenerlo, non ha così bisogno di soldi da darlo via per forza. Sono curioso di vedere come va a finire. La societò gli lascerà decidere dove andare solo se le due offerte sono paritarie.
 
GIOVINCO - E´ un caso più complicato: Conte apprezza molto Giovinco, la Juve ha la forza economica per riportarlo indietro anche se il Parma vorrà molti soldi.
 
IPOTESI SAMPDORIA - L´anno scorso mi incontrai con l´ambiente doriano, poi non se ne fece più niente. La mia prima scelta per il ruolo di allenatore sarebbe stata quella di portare Antonio Conte a Genova. Ho visto molte partite ultimamente, spero di tornare nei prossimi mesi a gestire una squadra.