Sarà una Fiorentina alla ricerca di conferme positive, dopo la doppia vittoria in campionato e Tim cup fra sabato e martedì scorso, quella che scenderà in campo domani sera a Catania, contro la formazione guidata da Marco Giampaolo. ‘Secondo me la Fiorentina è sempre stata abbastanza in guarigione, il problema è la lunga serie di giocatori in sala infortuni – ha raccontato a Radio Toscana l’ex portiere gigliato Andrea Ivan – Credo che la formazione gigliata, una volta al completo, non è da terzo-quarto posto, ma si possono togliere ancora belle soddisfazioni. Giocare a Catania non sarà semplice perché, al di là del fatto che i padroni di casa sono una bella formazione, disputare un match nel loro stadio non sarà affatto facile. Con l’Empoli la Fiorentina ha giocato piu’ di 120 minuti quindi bisognerà capire se e chi ha recuperato da tale stress fisico-nervoso’.

‘Mutu lo farei entrare gradualmente e,se c’è bisogno – ha concluso il 35enne estremo difensore, attuale preparatore dei portiere del club dilettantistico Sporting Arno – Un problema nello spogliatoio non si creerebbe se lui giocasse dal primo minuto, perché è considerato da tutti un fenomeno. Frey, nonostante tutte le pressioni che ha avuto, ha commesso piccoli errori. Sentivo parlare di una punizione a Genova dove avrebbe sbagliato, tirata da Ziegler, ma non è stato un grandissimo errore. Rimane un campione’.