Clima tutt’altro che sereno ieri a Parma al termine della sfida persa dalla squadra gigliata al Tardini contro la formazione guidata da Roberto Donadoni. Partita persa, due espulsioni (Savic e Gonzalo Rodriguez) e giocatori in crisi di identità a partire da Mario Gomez autore dell’errore su calcio di rigore che avrebbe permesso quantomeno di pareggiare. Nel dopo partita a prendere la parola, oltre al tecnico gigliato Vincenzo Montella, è intervenuto il capitano di giornata viola David Pizarro che, allineandosi a quanto detto il giorno prima dal proprio allenatore, ha accusato direttamente la società per la gestione tempistica del caso Neto. “Un comunicato del genere in questo momento non aveva senso – ha spiegato il regista cileno nel post partita di Parma proprio parlando della vicenda riguardante il portiere brasiliano ancora presente nella rosa viola – Dispiace tantissimo perché manca tantissimo alla fine del campionato. Non è stato bello neanche riscaldarsi nel pre partita per gli insulti e fischi ad un nostro compagno (Neto ndr.)”. Parole durissime e non banali, da parte di uno senatori dello spogliatoio gigliato.