In casa Fiorentina tiene banco la questione legata ai rinnovi di contratto, ed in particolare di due giocatori che hanno rappresentato il perno del centrocampo della squadra di Montella delle ultime stagioni. Se per il rinnovo di Aquilani paiono apirsi alcuni spiragli, il rinnovo di Pizarro sembra molto complicato.

LA FINE DEL PEK - Pizarro, dopo le esperienze con la maglia di Inter e Roma, si è trasferito a Firenze per dettare i tempi della manovra viola, compito svolto egregiamente sotto la guida di Montella. In questa stagione, però, il cileno è stato fermato da qualche infortunio di troppo e, anche a causa dei 35 anni segnati sulla carta d'identitità, la Fiorentina vorrebbe cautelarsi acquistando un degno sostituto del regista di Valparaiso.

METRONOMO IBERICO - Secondo quanto riporta La Nazione, il ds viola Pradè starebbe seguendo attentamente Ruben Pardo, regista spagnolo in forza alla Real Sociedad. Il classe '92 viene riconosciuto come uno dei prospetti più interessanti del calcio spagnolo, tanto da vantare sette partite con la formazione Under 21 della Furie Rosse. In questa stagione però, dopo aver rinnovato il contratto in estate fino al 2018, il mediano di Logrono stenta a trovare spazio: Arrasate prima e Moyes lo hanno considerato una seconda scelta, sostituendolo o facendolo subentrare in tutte le partite in cui è stato chiamato in causa. Pradè vorrebbe quindi sfruttare la situazione strappando un prestito con diritto di riscatto, una strategia per valutare se investire a giugno i circa 10 milioni di euro richiesti dal club di San Sebastian. Pardo, dotato di ottima tecnica e visione di gioco, comporrebbe così con lo spagnolo Borja Valero una coppia di centrocampo di assoluta qualità in grado di gestire il possesso palla tanto caro al tecnico Montella.