Alla vigilia della partita contro l'Inter, il tecnico della Fiorentina, Paulo Sousa, ha dichiarato: "La Fiorentina deve credere di vincere ogni partita. Nella nostra stagione abbiamo perso punti, meritavamo di più e in alcune gare siamo stati al di sotto della nostra qualità. Spetta poi alla società fare le considerazioni su di me e sul mio lavoro. Hagi è un ragazzo che sta lavorando bene. Gli manca qualcosa in più a livello fisico e sta crescendo da questo punto di vista. Gonzalo? Vedrete domani se ci sarà o meno tra i convocati".

Paulo Sousa è ormai un separato in casa coi viola, ma quando si tocca questo tipo di argomenti e quando si parla di sua successione, il portoghese si mantiene sulle sue: "Pioli giusto per Firenze? Non devo essere io a rispondere a questa domanda. Lo ritengo un ottimo allenatore. La società deve prendere la sua decisione su questo. Io sarò allenatore della Fiorentina fino alla fine della stagione e io sono concentrato solo su questo. Non abbiamo avuto nessun contatto coi dirigenti dopo la partita contro l'Empoli. Abbiamo preso decisioni rischiose e la gara non è andata bene e abbiamo trovato un avversario motivato. L’approccio è stato giusto, la qualità però non è stata la migliore e questo non ci ha permesso di vincere la partita. Ci credo però per domani e credo che i ragazzi daranno il massimo per onorare la nostra maglia".