L'Inter è solo spettatrice interessata, ma il caos internazionale che sta coinvolgendo il Santos e il Barcellona per Gabigol continua a far discutere i media brasiliani e non solo.

3 GIORNI LAVORATIVI - Il club spagnolo, al momento dell'acquisto di Neymar, si era garantito un diritto di prelazione sul cartellino di Gabigol. Di fatto il Santos ha garantito 3 giorni lavorativi di tempo al Barcellona per pareggiare qualunque offerta fosse arrivata per la punta oggi all'Inter. Secondo i legali del club blaugrana il Santos non ha prestato fede all'accordo stabilito nel momento dell'acquisto di Gabigol da parte dell'Inter, ma attraverso il portale brasiliano UOL Esporte emergono nuovi dettagli sul caso.

IL DOCUMENTO UFFICIALE - Il Santos, come da accordi, ha mandato una lettera firmata e controfirmata al Barcellona in cui si confermava di aver ricevuto un'offerta dall'Inter per Gabigol. L'offerta era datata 28 agosto e, per problemi legati ai transfer internazionali e la chiusura del mercato in Italia, con soli 3 giorni a disposizione il Santos ha chiesto al Barcellona di dare risposta entro le 10 del mattino del 30 agosto (solo 2 giorni di tempo).




PAGATO 29,5 MILIONI - A conti fatti il Barcellona chiede al Santos il pagamento di una penale da 3,2 milioni per il mancato rispetto dei 3 giorni pattuiti. Il Santos si difende con il documento qui presentato. E l'Inter? L'Inter al momento si gode Gabigol che, come testimonia la lettera, è stato pagato dai nerazzurri ben 29,5 milioni.