Archiviato il deludente e contestato pareggio interno con l'Empoli, per il Genoa di Ivan Juric è ora tempo di pensare al derby di sabato sera.

 

Un derby in anticipo rispetto al resto della giornata di Serie A, che ha fatto anche saltare il consueto lunedì di festa a Burdisso e compagni, impegnati già ieri al Centro Signorini.

 

Nonostante le molte defezioni a cui dovrà far conto Juric, l'atmosfera in casa Grifone appare già molto calda. Come confermano le parole dello stesso tecnico croato, che non vuole sentire alibi: “Il derby si sa che è una partita a sé. Dovremmo essere intelligenti a gestire tutte le situazioni. Sarà dura, in attacco siamo in totale emergenza ma ci arrangeremo. So che possiamo fare bene”.
 

Di certo non servirà caricare l'ambiente per quella che per molti è considerata una delle due gare più importanti dell'anno. Ad ogni modo, se qualcuno avesse ancora dei tentennamenti al riguardo, ci penseranno i senatori genoani a suonare la carica: “A chi non l'ha mai giocato spiegheremo l'importanza di questa gara – ha detto Tomas Rincon nel post-partita di domenica - di quanto conta per la nostra gente questa sfida. Una gara di grande fascino, che vogliamo vincere a tutti i costi”.

 

A fare da eco alle parole del capitano del Venezuela ci si è messo anche Luca Rigoni che ieri sul proprio profilo Instagram ha scritto: “Delusi anche oggi solo del risultato ma complimenti a tifosi e squadra. Da adesso pensiamo al derby. Forza Genoa”.

 

Mancano cinque giorni al grande appuntamento ma i rossoblù non vedono l'ora di scendere in campo.