E’ un Kevin Constant molto agguerrito quello che si presenta in conferenza stampa a Pegli.
 
"A centrocampo posso fare un po’ tutti i ruoli - dice uno dei fiori all’occhiello della campagna acquisti rossoblù che si aspetta una stagione diversa da quella dell’anno scorso -. Sono arrivato al Chievo il 31 Agosto, senza preparazione fisica alle spalle, mi aspettavo il calo che ho avuto, so che quest’anno sarà diverso". 
 
Diverso come l’allenatore che si ritroverà in panchina: "Malesani mi chiede di fare la differenza e di essere decisivo, quando ho la palla posso fare quello che voglia basta che sia di aiuto alla squadra. So che però devo aiutare anche al squadra in fase difensiva, anche questo mi ha chiesto il mister". 
 
Domenica si parte, primo avversario l’Atalanta: "Abbiamo una gran voglia di iniziare, sarà una partita molto importante, vogliamo vincere anche se sappiamo che non sarà facile, loro partono con sei punti di penalizzazione e vorranno subito diminuirli". 
 
Iniziare bene per raggiungere l’obiettivo stagionale: "Vogliamo arrivare nella parte sinistra della classifica, ma sappiamo di avere una bella squadra per poter fare di più". 
 
Dalla loro parte per la prima metà di gara non ci saranno i tifosi che hanno indetto lo sciopero del tifo: "Sarà strano ma per noi non cambierà niente. Non sono i tifosi che fanno la partita, sono i calciatori".