Ad un mese esatto dalla riapertura del mercato, il Genoa mette a segno il suo primo colpo in entrata.
Nelle scorse ore, infatti, Fabrizio Preziosi sarebbe stato a Ferrara per blindare l'esterno della Spal Andrea Beghetto.

Il 22enne nativo di Castelfranco Veneto era da tempo nel mirino di diverse squadre di Serie A, tra cui Udinese e Bologna. Con un blitz a sorpresa però la dirigenza rossoblu ha battuto la concorrenza aggiudicandosi le prestazioni del talentuoso ragazzo.

Mancino naturale, Beghetto sarebbe l'alternativa perfetta a Laxalt. Preferisce agire come esterno di centrocampo anche se, all'occorrenza, ha giocato più volte come ala d'attacco e come mediano. Dotato di grandi polmoni, ha nell'assist per i compagni la sua dote migliore. In questa stagione, con la Spal, ne ha già sfornati quattro in nove gare. Stessa cifra raggiunta la scorsa stagione, sempre con la maglia dei ferraresi, in Lega Pro. La porta invece la vede poco. Le sue uniche reti in prima squadra (tre) risalgono infatti a due stagioni fa quando militava nell'Este in Serie D.

Beghetto è figlio e nipote d'arte, annoverando nel proprio albero genealogico diversi antenati sportivi di una certa fama. Suo nonno Giuseppe fu campione olimpico e mondiale di ciclismo su pista negli anni '60 mentre suo papà Massimo fu uno dei protagonisti del grande Vicenza di fine anni '90. Un cugino di Massimo, Luigi, fu anch'egli calciatore passando brevemente nel 1996-'97 anche tra le fila del Grifone.