Sembra essere giunta già agli sgoccioli l'avventura di Andrej Galabinov con la maglia del Genoa.

Arrivato in estate da svincolato, il centravanti bulgaro, alla sua prima stagione in Serie A, ha faticato parecchio ad inserirsi nei piani tattici di Ivan Juric, nonostante i vari guai fisici di Gianluca Lapadula gli avessero spalancato in più occasioni le porte della titolarità. Per lui all'attivo soltanto due reti: una con la Juventus, su rigore, e l'altra a Cagliari, gara in cui però fallì almeno altre tre nitide occasioni.

Con l'esonero del tecnico croato e l'arrivo al suo posto di Davide Ballardini per lui le cose non sono andate meglio. Complice un infortunio muscolare, nell'ultimo mese Galabinov il campo non l'ha più visto.

A complicare ulteriormente il soggiorno ligure dell'attaccante di Livorno e Novara ci si mette adesso anche il tesseramento di Giuseppe Rossi, che inevitabilmente andrà a ridurre gli spazi nel reparto avanzato.

Ecco perché il ragazzo starebbe pensando a un ritorno in cadetteria già a gennaio, dove l'Avellino lo raccoglierebbe a braccia aperte dopo la positiva esperienza di qualche stagione fa.