L'allenatore del Genoa Ivan Juric presenta in conferenza stampa la sfida con l'Inter: "Infortunati? Ieri abbiamo fatto recupero, oggi facciamo il primo allenamento e vediamo anche Pandev. Pellegri dal primo? Anche lui lo voglio vedere oggi. Col Chievo mi è piaciuto tanto. Voglio vedere fisicamente come sta. Centrocampo? Ogni tanto lo cambio, adesso devo vedere. Ho due, tre cose nella testa. In base a questo deciderò. Il Bologna li ha messi in difficoltà? Ha fatto molto bene. Il Bologna ha tanti giocatori con gamba, ma l'Inter in casa è più forte. Nel primo tempo specialmente i rossoblu emiliani li hanno messi in difficoltà. L'Inter è forte. Ha trovato molta stabilità con Spalletti, concede poco ed è messa bene in campo tatticamente. Vuol dire che il pericolo arriverà dappertutto. Sento la pressione? No. Io guardo le partite. Col Chievo sono rimasto a tratti contento, peccato per il gol che era evitabile. Con tre partite a settimana era difficile a pensare ad altro. Io ho la convinzione di avere una rosa valida e quando li devi cambiare per infortuni non hai la squadra fatta. Quando tutti sono al top è una squadra ottima. Tanti giocatori impiegati dal 1'? Io preferisco avere undici giocatori, già in questo momento li ho. Non è il massimo della vita per un allenatore cambiare. Ricci, per esempio, se è da tanto che non gioca una partita non posso pensare di utilizzarlo sempre. Come si affronta l'Inter a San Siro? Dobbiamo dare battaglia, devi essere molto concentrato, aggressivo e che loro non trovino i gol che possono trovare. Anche l'anno scorso abbiamo fatto una partita esemplare. Sostituto di Spolli? Landre si allena con noi. Izzo spero che arrivi dopo. Dispiace per gli infortuni al ginocchio di Spolli e Lapadula. Come si ferma Icardi? E' un giocatore che fa gol in tutti i modi e che adesso con Spalletti lavora particolarmente per la squadra. Cercheremo di non lasciarlo uno contro uno".