Sono ore di fremente attesa per Armando Izzo. Il difensore del Genoa, che ieri pomeriggio ha presentato al Tribunale della Federcalcio il proprio appello contro la squalifica di 18 mesi per omessa denuncia riguardo ad un vecchio caso di calcioscommesse, entro sera conoscerà finalmente la durata definitiva della pena.

Nel corso dell'udienza di ieri il calciatore si è detto ancora una volta totalmente estraneo alla vicenda: “Sto vivendo un incubo - ha dichiarato Izzo tra le lacrime, secondo quanto riporta Irpinianews.it - ed insieme a me lo sta vivendo la mia famiglia. Il calcio è tutto per me, è l’unico lavoro che so fare".

L'obbiettivo del 25enne napoletano e del suo avvocato Mattia Grassani, che ne ha chiesto il proscioglimento del suo assistito, è quello di ottenere un consistente sconto della squalifica ricevuta in primo grado.

A sperare nella riduzione di pena pare essere anche la Roma. Stando alla Gazzetta dello Sport, il nuovo ds giallorosso Monchi avrebbe infatti individuato in Izzo il primo rinforzo per la prossima stagione. Del resto la passione del dirigente spagnolo per il difensore di Scampia è nota fin dai tempi di Siviglia. Già la scorsa estate Monchi tentò invano di portare Izzo in Andalusia, arrivando ad offrire 8 milioni a Preziosi. Una cifra che oggi potrebbe invece bastare.