Bagno di folla a Sestri Ponente questo pomeriggio per Adel Taarabt e Mattia Perin, intervenuti al Genoa Store della delegazione cittadina di ponente per incontrare i tifosi.

Se il fantasista marocchino non ha proferito parola, il capitano rossoblu ha invece toccato diversi argomenti, a cominciare dallo stato attuale del Grifone, reduce da sette punti conquistati nelle ultime tre gare di campionato: "La vittoria di Verona - ha dichiarato il portiere laziale - così come quelle di Crotone e Cagliari valgono doppio, perché ottenute in casa di dirette concorrenti. In più, al ritorno, avremmo anche l'opportunità di sfruttare le gare in casa per fare altri punti".

Perin è poi tornato sul cambio tecnico avvenuto un mese fa: "Con Juric a un certo punto abbiamo avuto una sorte di blocco mentale. Ora forse ce lo siamo messi alle spalle, però abbiamo capito che nonostante i nomi che abbiamo in squadra dovremmo lottare fino all'ultimo per la salvezza".

Il prossimo appuntamento di campionato prevede l'arrivo a Marassi dell'Atalanta del grande ex Gian Piero Gasperini. "Genoa-Atalanta sarà una bella sfida - ha proseguito Perin - se noi saremo gli stessi delle ultime gare potremo fare bene. Alcuni di noi hanno giocato con mister Gasperini. Conosciamo il suo modo di giocare e noi dovremo esser bravi a sfruttare i loro punti deboli".