L’Italia del calcio è di nuovo campione del mondo: l'onore questa volta è toccato alla nazionale di calcio a cinque, formata da ragazzi affetti dalla sindrome di down. Gli azzurri della Fisdir – Federazione Italiana Disabilità Intellettivo Relazionale – hanno battuto in finale il favoritissimo Portogallo con un secco 4-1, con tripletta di Riccardo Piggio e la firma di Marco Sfreddo. Il tecnico Roberto Signoretto, allenatore degli azzurri insieme a Gianluca Oldani ed Edoardo Scopigno, ha commentato questa splendida impresa: "Che bello vederli giocare a calcio. Vincere il mondiale è stata la classica ciliegina sulla torta, un’emozione immensa, ma soprattutto un evento che garantirà l’ulteriore sviluppo del nostro settore calcistico riservato ad atleti con sindrome di Down. I ragazzi sono stati magnifici, il gruppo unito fin da subito alla ricerca di un risultato importante, che ci eravamo prefissati alla vigilia e che siamo riusciti con forza a raggiungere. Sono orgoglioso dei miei ragazzi”.

DUE PREMI INDIVIDUALI - Si tratta dei primi Mondiali di Calcio FIFDS, che si sono tenuti dall’8 al 15 aprile 2017 a Viseu, in Portogallo. Oltre alla gloria del primo posto, l’Italia si è aggiudicata due premi individuali: Francesco Leocata miglior portiere del torneo, e Riccardo Piggio miglior marcatore con 7 reti, 3 delle quali hanno deciso la finalissima contro i padroni di casa lusitani. Ecco i nomi dei campioni del mondo: Francesco Leocata, Marco Fasanella, Luca Magagna, Davide Vignando, Cristian Palaia, Simone Di Giovanni, Carmelo Messina, Marco Sfreddo, Matteo Simoni, Riccardo Piggio, Amedeo Alessi, Luca Casciotti.