Non è stata sin qui la sua migliore annata con la maglia della Fiorentina addosso e, dopo 4 anni e mezzo assieme, le strade del club viola e di Gonzalo Rodriguez potrebbero dividersi. Colpa di una trattativa per il rinnovo di contratto che si sta rivelando più complicata del previsto e che alimenta il rischio che la società della famiglia Della Valle perda uno dei suoi uomini di riferimento a costo zero.

DISTANZA CON LA FIORENTINA - L'agente del calciatore argentino ha evidenziato il problema, strettamente di natura economica: il prossimo 10 aprile, Gonzalo compirà 33 anni e la politica della Fiorentina, già intrapresa nel corso di questa estate, è di abbassare il monte stipendi e l'ingaggio da circa 2,4 milioni lordi a stagione del capitano viene giudicato eccessivo. La proposta presentata dal ds Corvino è di un prolungamento per un'altra stagione con una leggera riduzione dello stipendio, in cambio di un'opzione per un altro anno. L'ex Villarreal non è contrario a ridiscutere il contratto di anno in anno, sulla base delle proprie condizioni fisiche e del suo rendimento, ma non è disposto a rinunciare alle attuali condizioni economiche.

PUPILLO DI MONTELLA - Ne fa una questione di riconoscenza Gonzalo Rodriguez, che della Fiorentina si è sentito, si sente e vorrebbe sentirsi anche in futuro un punto fermo, da qui la richiesta di un ingaggio che tenga considerazione anche del suo ruolo di guida dello spogliatoio. La trattativa proseguirà e il club viola sarà sempre la prima scelta ma, per ammissione dello stesso procuratore, da gennaio l'argentino avrà la possibilità di cominciare a guardarsi attorno e giudicare proposte alternative. Una di queste potrebbe arrivare dal Milan, guidato da quel Montella che ha già allenato Gonzalo a Firenze apprezzandone le doti tecniche e caratteriali. Un'eventuale occasione di mercato che il club rossonero, in attesa di conoscere il suo futuro assetto societario, potrebbe fiutare e sondare per affiancare al giovane Romagnoli un giocatore di esperienza internazionale e in grado di completarne la maturazione.